Riflessioni giugno 2020

8 giugno 2020

7 giugno 2020

In passato avevo ancora voglia di parlarne.
In questi ultimi anni quando i miei coetanei, genitori di adolescenti, ti dicono, perché forse anche loro non sanno più che pesci pigliare, “ma che male c’è? Ma tanto lo fanno tutti! Ma mica fa male! Mica è una droga!”, e non mi arrabbio più come una volta, mi rendo conto di essermi arreso. 
A volte mi chiedo se il nostro silenzio di educatori sia diventata una tacita complicità, o una battaglia persa contro i mulini a vento, o chissà cosa?!
So solo che il problema c’è, è enorme (vedi i continui sequestri di sostanze da parte delle forze dell’ordine) , e nessuno ne parla più, me compreso!

Clicca qui per leggere l’articolo

5 giugno 2020

Boh…sara fondamentalmente perché non sono paranoico, quindi non credo nei complotti…
E poi perché i funerali in più nei mesi scorsi io li ho fatti sul serio…
Insomma, lascio alla vostra lettura questo articolo.

” Dunque, con quell’unica camicia nello zaino me ne vado incontro a un “avvenire sconosciuto”. Così si dice. Ma sotto i miei piedi girovaghi non c’è forse dappertutto la stessa terra? E lo stesso cielo – ora con la luna, ora col sole, per non parlare di tutte le stelle – non si stende forse sopra i miei occhi rapiti? Perché si dovrebbe parlare di un “avvenire sconosciuto”?”
Etty Hillesum

Foto Pier, camino di Santiago, 2015

4 giugno 2020

Se non sai per chi firmare il 5×1000…puoi farlo per il Sogno di Samuele….e non ti costa nulla! Io l’ho fatto.
Anche perché quanto firmerai, andrà per la costruzione del nuovo oratorio di Mappano.
Grazie, dp