E fu sera, e fu mattina

E FU SERA E FU MATTINA

CINEMA AUDITORIUM DI LEINì (TO)
Piazza don matteo ferrero
SABATO 5 APRILE ore 21:00
DOMENICA 6 APRILE ore 17:30

Manifesto-E-FU-SERA

 

Ad Avila, un tranquillo paesino di 2.000 anime che regna in cima a una verde collina, si sta festeggiando in piazza, come ogni anno, la festa di Sant’Eurosia, patrona dei frutti della terra. Il sindaco Nicola e il parroco Francesco (che vuole essere chiamato senza “Don”, perchè “Don” è solo Dio) danno dal palco il tanto atteso “via” all’inizio della festa e le tante persone sedute ai tavoli iniziano finalmente a mangiare.  Sceso in piazza, Francesco saluta con alcune strette di mano e qualche buona parola le tante persone che gli si parano davanti nella piazza e si dirige velocemente al bar del paese, colmo di gente come raramente capita, per incontrare Luisa, cameriera del bar e amica vera, la quale ha bisogno di parlargli. Ma al bar del paese è successo qualcosa. Un evento eccezionale, di quelli che ad Avila non sono abituati a vedere spesso. Gli occhi delle persone sono puntati sulla televisione del bar e paiono non volersi staccare per nessun motivo. E quando Francesco arriva al bar, la gente è già nel panico.

La vita e la quotidianità delle 2.000 anime di Avila verrà letteralmente sconvolta e messa in discussione, obbligando ciascun singolo a cambiare e ridimensionare la propria esistenza. Nel bene e nel male.  “E fu sera e fu mattina” è una frase scritta all’interno del primo libro della Bibbia: la Genesi. Perché è proprio ripercorrendo in chiave moderna la storia della creazione del mondo che abbiamo voluto raccontare questa storia. Di cosa vivono i rapporti e le relazioni che cuciamo con gli altri? Come sono questi rapporti quando vengono spogliati di tutta quella superficialità di cui spesso vivono? In questo senso abbiamo individuato nelle Langhe e in alcuni dei suoi scorci più belli, il teatro ideale dove effettuare le riprese. In questo, il paese di La Morra ci è parso quello più indicato. Era fondamentale per noi che questo film raccontasse il gusto di questa terra. Volevamo fortemente che questo ambiente fosse riconoscibile: con i suoi abitanti, con la sua storia, con i suoi usi e con la sua cultura. Unica e inimitabile.